Tatuaggio sotto la pianta del piede: guida, dolore, controindicazioni

tatuaggio suola piedeDi zone per i tatuaggi nuove da scoprire ce ne sono a bizzeffe. Oggi parliamo di qualcosa di nuovo, almeno in Italia, ovvero del tatuaggio sotto la pianta del piede.

Si tratta di una zona non molto in mostra, che al massimo potremmo mostrare mentre siamo al mare o in piscina ed è per questo molto interessante per chi vuole un tatuaggio quasi privato, ma comunque originale.

Ma si possono fare tatuaggi sotto la pianta del piede? Ci sono controindicazioni? Fa male? Risponderemo a questa e ad altre domande nel corso dell’articolo di oggi.

Un tatuaggio molto difficile

Ci sono due zone del nostro corpo che sono oggetto di un rinnovamento epidermico più intenso rispetto alle altre. La prima sono i palmi delle mani, la seconda invece è la parte del piede è che è a contatto con il pavimento o con le scarpe.

Si tratta di un problema ben noto tra i tatuatori, per i motivi che andiamo a spiegarvi subito.

L’inchiostro, affinché il tatuaggio sia permanente, deve essere “intrappolato” tra il primo e il secondo strato della pelle. Essendo questo più spesso e più soggetto a rinnovamento sulla “suola” dei nostri piedi, vuol dire che per qualunque tatuatore, anche il più bravo tecnicamente, sarà incredibilmente difficile intrappolare l’inchiostro nel luogo che gli compete.

Con la rigenerazione cellulare ed epiteliale della pianta dei nostri piedi, anche parti di inchiostro verranno espulse, con il tatuaggio che, sin dalle prime settimane, comincerà a perdere definizione e colore.

Necessita di ritocchi continui

Il tatuaggio sotto la pianta del piede dunque necessita di ritocchi continui, almeno 3 all’anno, al fine di mantenere una definizione e un tono di colore accettabili. Questo vuol dire che sicuramente non si tratta di un tattoo per tutti, sia per i costi sia per l’incredibile impegno che la cosa richiede.

Uno dei posti più dolorosi

La pianta del piede è uno dei posti più dolorosi dove fare un tatuaggio. Si tratta di una zona priva praticamente di grasso (il che contribuisce ad inasprire il dolore) e ricca di terminazioni nervose (per questo motivo soffriamo il solletico in modo intenso proprio su questa parte del corpo).

Il tatuaggio sotto la pianta del piede, dunque, è qualcosa solo per stomaci forti. Se ci state ancora pensando, nonostante il nostro consiglio in senso avverso, meglio parlarne immediatamente con il vostro tatuatore.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons