Tatuaggi religiosi: disegni e storia. Ma sono proibiti?

Tatuaggio religioso di Padre PioBasta farsi un giro in spiaggia nella stagione calda per vedere quanto siano popolari i tatuaggi religiosi. Cristi e Madonne portati, a dimostrazione della propria fede, marchiati sulle parti più svariate del corpo.

Ci sono bellissimi soggetti, e non crederete ai vostri occhi una volta avrete dato uno sguardo alla nostra galleria.

Ma cosa ne pensano i credi religiosi dei tatuaggi? Sono proibiti? Oppure un vero credente dovrebbe astenersi da tale pratica?

I tatuaggi religiosi cristiani: come sono?

I tatuaggi religiosi a tema cristiano utilizzano in genere i temi più famosi, le iconografie più popolari della religione di Cristo. Oltre a Gesù non è raro vedere tatuati sui petti madonne, croci, santi e altri simboli religiosi molto popolari. Si tratta di tatuaggi che sono in genere dimostrazione di una fede popolare e accesa, una passione che brucia come un amore senza fine.

Quello che però in molti non sanno è che almeno secondo le frange più intransigenti del cristianesimo i tatuaggi sono assolutamente da evitarsi. Parla chiaro il Levitico, che ricorda come Dio abbia vietato al Popolo Eletto di tatuarsi la pelle. Il cristianesimo però non è proprietà privata di questi gruppi, e oggigiorno rappresentazioni religiose come tatuaggi vengono utilizzate senza problemi di sorta anche da chi cerca di seguire la dottrina alla lettera.

Gli altri monoteismi

Per quanto riguarda i tatuaggi religiosi gli altri principali monoteismi, ebraismo e islam, sono sicuramente più restrittivi per quanto riguarda i tattoo. Per i primi parla chiaro lo stesso versetto del Levitico che riportiamo qui sopra. Inoltre come unica modificazione possibile del corpo l’ebraismo obbliga i membri maschi a circoncidersi, e in caso di altri marchi sul corpo, secondo le interpretazioni più popolari, andrebbe a indebolire quello che è il contratto degli ebrei con Dio.

L’Islam rimane più o meno sulle stesse righe, proibendo anch’esso nel modo più assoluto i tatuaggi. Le ragioni sono diverse, e interpretazioni molto risalenti nel tempo collegano il divieto di tatuaggi con i problemi che questo causerebbe alle abluzioni rituali.

Quindi, è il caso di farmi un tatuaggio religioso?

La scelta è ovviamente tua. Quando si parla di religioni sappi però che stiamo parlando di una parte importante della vita di molte persone, ed è bene muoversi con cautela per evitare di offendere persone vicine e lontane da noi.

Troverete la nostra galleria, se c’è qualche disegno che vi piace, scaricatelo pure. Portatelo dal vostro tatuatore e concordate insieme le modalità e il disegno del vostro prossimo tatuaggio religioso.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons