Tatuaggi realistici: la guida completa

tatuaggio realisticoQuando parliamo di tatuaggio realistico, ci riferiamo a disegni sulla pelle che hanno, come caratteristica principale e definitoria, quella appunto di assomigliare, molto da vicino, agli oggetti della realtà.

Si tratta di un genere che è diventato molto popolare negli ultimi anni e che è diventato la specialità di moltissimi tra i migliori tatuatori del paese.

Ma cosa c’è da sapere prima di avventurarsi in questo particolarissimo genere di tatuaggi? Di chi fa il caso? Che tipo di soggetti scegliere? Lo vediamo subito insieme.

I ritratti

Il genere che è più popolare, tra quelli che possono essere ascritti al “realismo nei tatuaggi”, sono sicuramente i ritratti. Vuoi personaggi politici, vuoi idoli sportivi o musicali, vuoi un caro: la scelta è semplicemente sterminata, anche se c’è sicuramente bisogno di dare qualche indicazione in questo senso:

  • Tatuarsi simboli politici non è esattamente una buona idea: si tratta infatti di convinzioni che tendono a modificarsi con gli anni che in genere ci lasciano, dopo un po’, con un grande rammarico nell’averle suggellate sulla nostra pelle.
  • Tatuarsi idoli musicali o sportivi è altrettanto una pessima idea: anche questo tipo di gusti è soggetto infatti a rapido cambiamento, soprattutto con il passare degli anni.
  • Tatuarsi invece un caro presenta l’unico rischio di non avere un risultato che sia congruo. È molto difficile infatti trovare un tatuatore che abbia la capacità di andare a creare da zero un ritratto che sia somigliante davvero a quello che gli si propone.

Oggetti particolari

Ultimamente il genere realista, avvicinandosi un po’ ai tatuaggi 3D, ha anche cominciato a scegliere soggetti che non siano esattamente “vivi”, ma piuttosto anche roba “morta” e significativa per chi se la andava a tatuare. È ad esempio il caso delle chitarre per chi è musicista, oppure di un animale per chi ha avuto un rapporto particolarmente intenso con un amico a quattro zampe. In questo caso le scelte sono praticamente infinite, anche se valgono ovviamente le avvertenze che valevano per i ritratti: meglio pensarci bene prima di avventurarsi in un soggetto che poi magari, tra un po’ di tempo, smetterà di piacerci.

Serve comunque un tatuatore molto bravo

Un tatuatore molto bravo è sicuramente necessario per imprimere un tatuaggio di questo genere: si tratta infatti di disegni che mostrano gli errori, anche minimi, e li moltiplicano. Meglio affidarsi a chi può garantirvi, book alla mano, di aver già avuto successo con questa particolarissima tecnica.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons