Tatuaggi: quali creme usare per la convalescenza?

Tatuaggi quali creme usare per la convalescenzaDopo essere stati tatuati, è del tutto normale che la cute si presenti infiammata, arrossata e calda al tatto.

Per favorire la cicatrizzazione e la guarigione, è indispensabile applicare creme lenitive, con effetto idratante ed emolliente.

Si consiglia di fasciare la zona trattata con una pellicola protettiva impermeabile, da rimuovere dopo un paio d’ore.

Una volta rimosso il bendaggio, detergete l’area trattata con acqua tiepida e del sapone neutro per eliminare i residui di sangue o sudore.

Si consiglia, in questo caso, di utilizzare un detergente intimo delicato.

Vediamo quali creme lenitive è bene applicare nei giorni immediatamente successivi alla realizzazione di un tatuaggio.

Bepanthenol

Dopo aver pulito l’area tatuata, asciugate delicatamente con un panno di carta ed applicate una piccola dose di Bepanthenol, pasta lenitiva protettiva che favorisce la fisiologica rigenerazione della cute.

Si consiglia, se possibile, di lasciare il tattoo a contatto con l’aria per facilitare la formazione della crosta. Prima di andare a dormire applicate un leggero strato di Bepanthenol e coprite il tatuaggio con un panno di carta, per evitare di sporcare lenzuola e cuscini.

Al mattino, detergete nuovamente la pelle con acqua tiepida e riapplicate Bepanthenol. Si consiglia di seguire questa procedura per almeno 3 volte al dì nei 2 giorni successivi all’operazione.

Vaselina

Quando si sarà formata la crosta, idratate la zona trattata con della semplice crema di vaselina, che aiuta ad ammorbidire le croste.

Fino a quando tutta la crosta si sarà staccata da sola, sconsigliamo di utilizzare creme diverse dalla vaselina. Cercate di resistere all’istinto di grattare. Picchiettate l’area trattata in caso di forte prurito.

Proseguite con l’applicazione della vaselina finché la pelle apparirà liscia e dall’aspetto naturale.

Vietate le creme a base di cortisone

Si sconsiglia di medicare la zona trattata con creme antibiotiche o creme a base di cortisone, come Gentalyn beta o Cicatrene.

Qualora dopo essere stati tatuati vi venga qualche lineetta di febbre e vi sentiate affaticati, non allarmatevi, si tratta di un effetto di una seduta particolarmente lunga e dolorosa. Rivolgetevi ad un medico se i sintomi non passano nell’arco di massimo 24 ore.

Nei primi 6-7 giorni evitate di indossare indumenti particolarmente attillati, che potrebbero impedire la traspirazione, nonché i capi sintetici ed in lana.  Evitate quanto più possibile gli ambienti sporchi e polverosi, per ridurre il rischio di infezioni.

Dopo aver fatto un tatuaggio è possibile fare la doccia, ma i bagni prolungati in acqua, specialmente in piscina, sono da escludere. Da evitare anche l’esposizione al sole ed alle lampade abbronzanti.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons