Tatuaggi Maori

Tatuaggi Maori su bracciaCi siamo, avete visto un bellissimo disegno astratto sul corpo di uno dei vostri amici e avete deciso di saperne di più.

Vi siete incuriositi e siete venuti a sapere che quei particolari disegni si chiamano tatuaggi Maori, dal nome di una popolazione che vive lontano, anzi lontanissimo da noi.

Tutto qui? Bene, se volete saperne di più non avete da fare altro che continuare a leggere la nostra pagina su questi bellissimi tattoo.

Chi sono i Maori?

Guerriero con tatuaggio  MaoriNon possiamo non cominciare una descrizione dei tatuaggi Maori senza spiegare chi siano questi Maori. Parliamo di una popolazione che vive in Polinesia, principalmente nel nord della Nuova Zelanda, e che è ovviamente distante tanto fisicamente quanto culturalmente dal nostro modo di vivere e pensare.

In questa straordinaria cultura il tatuaggio non è un vezzo da stravaganti, ma un vero e proprio rito sacro al quale vengono sottoposti gli appartenenti a questa società, a partire dall’età che segna il passaggio all’età adulta.

I Maori sono anche quelli delle splendide danze che aprono gli incontri di rugby degli All Blacks, la nazionale neozelandese.

Una cultura impressionante per varietà e profondità, una cultura che vuol dire molto più che tatuaggi.

I tatuaggi Maori

I tattoo maori, come vi abbiamo anticipato, segnano il passaggio dall’infanzia all’età adulta, ovvero quel momento in cui un essere umano comincia ad essere considerato dai membri della comunità in cui vive un adulto a tutti gli effetti. Un rito di passaggio dunque, che viene suggellato con l’inizio di un tatuaggio, generalmente sulla faccia.

Si, l’inizio di un tatuaggio, perché i tatuaggi Maori cominciano subito dopo l’adolescenza e vengono allargati e ritoccati per segnare importanti eventi della vita di ognuno. In altre parole un tatuaggio Maori non è mai finito. Inizia da giovani e continua fino all’ultimo dei giorni di un guerriero maori.

Ritualità e sacralità dunque, una sacralità tanto forte che nel passato (e in parte ancora oggi) continua a creare attriti tra chi si tatua uno dei disegni tradizionali Maori e chi cerca di difendere le peculiarità di quella cultura. In soldoni i tatuaggi Maori sono quasi ad esclusivo uso e consumo dei guerrieri, che li usano per differenziarsi dagli altri appartenenti alla società della quale sono membri e per… spaventare gli altri guerrieri.

Due tipi di tatuaggi

I tattoo maori sono in realtà di due tipi.

– C’è il “Moko“, che è poi il tatuaggio più tradizionale, tatuaggio che è ad esclusivo appannaggio di chi appartiene alle tribù e si è distinto per meriti di guerra o sociali. In altre parole il tatuaggio moko indica lo status sociale di chi lo porta, indicando e dividendo anche per sesso (oltre che per funzioni sociali) chi lo porta.

Tatuaggio moko Maori su mento di una donnaLe donne sono solite tatuarsi sotto il mento, mentre gli uomini sono soliti tatuarsi sull’intera faccia. Spiegare qui in poche righe tutti i significati dei tatuaggi Moko è praticamente impossibile, quello che però dovete sapere è che nessuno sano di mente si offrirà di tatuarvi un tatuaggio Moko, tantomeno sulla faccia. Anche un viaggio in quelle lande lontane non vi aiuterà. Nessun vero Maori si offrirà di tatuare un non Maori, specialmente utilizzando i disegni della tradizione, disegni che hanno ancora una grandissima valenza simbolica all’interno di comunità che vanno comunque modernizzandosi.

– I tatuaggi Maori possono però anche appartenere all’indice dei “Kirituhi“, una categoria non riservata ai guerrieri delle tribu maori, e che quindi possono essere utilizzati da chiunque.

Spesso si ricorda la natura meno sacrale e meno mistica di questo tipo di tatuaggi, anche se comunque sono molto utilizzati dai maori stessi, che amano segnare con essi, così come avviene per quelli moko, i momenti importanti della loro vita.

Il Maori in Italia

Il tatuaggio Maori è uno dei più popolari in Italia. Basta frequentare una delle nostre spiagge per vedere quanto sia in realtà popolare questa tecnica (o meglio, quanto siano popolari questi disegni). Ogni studio della penisola sarà in grado di offrirvi un discreto numero di disegni di questo genere, che andrete a posizionare dove meglio preferite.

Quello che mi sento di ricordarvi però è che non bastano delle figure astratte e dalle curve vagamente Maori per avere un buon tatuaggio di questa specie. Documentatevi prima di sceglierne uno, potreste offendere gli appartenenti a questa meravigliosa cultura o finire con una indelebile porcheria sulla vostra pelle.

Occhio ad utilizzare disegni Moko, sui quali torneremo più tardi. Potreste infischiarvene, ma rispettare una tradizione è quello che ogni amante di tatuaggi dovrebbe fare.

Tecniche Maori

Tecnica tatuaggio manuale MaoriQuello che non riuscirete ad ottenere in Italia è l’utilizzo della dolorosissima tecnica Maori per avere il vostro tatuaggio impresso sulla pelle. Si tratta di una tecnica completamente manuale, tramite la quale l’ago (in realtà piuttosto spesso) viene infilato dal maestro tatuatore piuttosto in profondità.

Questo lascia tatuaggi che una volta rimarginati rimarranno in forte rilievo rispetto alla parte di pelle non tatuata.

Potreste comunque concordare con il vostro tatuatore di effettuare un tatuaggio Maori utilizzando una pressione maggiore rispetto al normale, pressione che lascerà il vostro tatuaggio con un certo rilievo, tra i 2 e i 4 millimetri.

Certo, non sarà come avere quello originale, ma anche con la macchinetta potrete ottenere dei buoni risultati.

Tatuaggio Maori su spallaQuali disegni scegliere?

Qui dovrete rimettervi al vostro gusto. Noi crediamo nella sacralità di alcuni tatuaggi e vi sconsigliamo fortemente di ricorrere ai disegni utilizzati dalla tradizione Moko, perché semplicemente sono tatuaggi che significano, almeno per le popolazioni della Polinesia qualcosa di ben preciso.

Potrete sbizzarrirvi con quelli kirituhi, dei quali troverete una buona selezione nella galleria che accompagna questo articolo: la trovate più in basso, e nel caso abbiate bisogno di un disegno a più alta definizione per farlo vedere al vostro tatuatore non esitate a contattarci.

A quale studio rivolgersi

Gli studi specializzati in tatuaggi maori si contano, purtroppo, sulle dita di una mano. Molti specialisti però sono decisamente preparati per questo genere di disegni. Guardatevi intorno e, cosa importante per ogni tipo di tatuaggio, andate a fare una chiacchierata con il vostro tatuatore prima di prendere una decisione del genere.

Finire nelle mani di un principiante è una cosa da evitare a tutti i costi, anche per disegni apparentemente semplici come quelli Maori.

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons