Tatuaggi con fiori e dolore: una guida per superarlo

fiore tatuaggio doloreI tatuaggi con i fiori sono tra i più popolari per chi decide di farsi tatuare per la prima volta. E il dubbio di chi si appresta a farsi disegnare in maniera indelebile qualcosa sulla propria pelle è proprio il dolore.

Il tatuaggio con i fiori è quello giusto? In che modo è diverso, rispetto agli altri, per quanto riguarda il dolore? Sembrerà strano ma si, ci sono delle particolarità per questo tipo di tatuaggi.

I fattori più importanti per il dolore percepito durante il tatuaggio sono sicuramente la posizione dello stesso e la grandezza, che ovviamente influisce sulla durata dell’operazione, e quindi sul tempo per il quale continueremo a percepire dolore.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche dei tatuaggi di fiori che influiscono su questa tematica.

La posizione: il fattore più importante per il dolore

La posizione che scegliamo per il nostro tatuaggio con i fiori è la variabile più importante dell’equazione dolore. Come vi abbiamo già raccontato in altri speciali, questo genere di tatuaggi va bene praticamente per ogni zona del corpo, quindi se abbiamo paura di imbarcarci in una procedura troppo dolorosa, possiamo comodamente scegliere una parte del corpo più agevole.

Dove tatuarsi un fiore per non sentire niente

Le zone da preferirsi sono quelle con una percentuale di adipe più importante. Quindi niente polsi per il vostro tatuaggio con un fiore, né tantomeno caviglie, piedi e mani.

Scegliete una zona più confortevole: braccio e avambraccio vanno benissimo, ma anche pancia, cosce e polpacci.

La grandezza: per soffrire meno a lungo

I fiori sono in genere soggetti che non vengono tatuati su porzioni del corpo molto grandi. Questo gioca a vostro favore, perché meno avrete l’ago che entra e esce dalla vostra pelle, e prima finirà il supplizio.

Se avete paura che il vostro tatuaggio con i fiori vi causerà troppo dolore, partite con un tatuaggio piccolo, c’è sempre tempo per farne uno più grande dopo, quando ci saremo accertati che quello che proviamo mentre ci facciamo tatuare sarà molto al di sotto della nostra soglia di tolleranza al dolore.

Ma fa davvero così male?

No, e non è solo il caso dei fiori, ma di tutti i tatuaggi in generale. Potete dormire sonni tranquilli, sono davvero pochi i soggetti che non riescono a tatuarsi a causa del dolore, e i fiori non fanno eccezione a questa massima.

Recati dal tuo tatuatore di fiducia senza ansia, conscio che starai per vivere una esperienza bellissima, dove il dolore (che a quei livelli potrebbe essere quasi piacevole) è soltanto una componente minore dell’intera operazione.

Articoli che ci piacciono:

loading...

1 Commento

  1. se parti già con la paura di provare dolore evita di tatuarti
    non ci sceglie la parte del corpo per tatuarsi in base al dolore che potrai sentire
    un tatuaggio è per sempre, di questo si deve essere convinti….il dolore non è un fattore determinante nella scelta di tatuarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons