Tatuaggi a colori: la rondine e il pappagallo

tatuaggi a colori rondine pappagalloSono in molti a preferire i tatuaggi a colori rispetto a quelli realizzati impiegando esclusivamente l’inchiostro nero.

Tra le moltissime tipologie di soggetti tra cui è possibile scegliere, gli animali sono sempre particolarmente apprezzati, da quelli domestici ai grandi felini, dai rettili ai più simpatici mammiferi esotici ai piccoli e grandi uccelli…

Oggi ci occupiamo proprio di tatuaggi a colori raffiguranti uccelli e, più precisamente, ci focalizziamo su rondine e pappagallo.

Tatuaggi rondine

Come viene rappresentata la rondine?

Innanzi tutto, occorre dire che la rondine nei tatuaggi viene, in genere, ritratta in volo e, quindi, con le ali spigate. Quanto al punto di vista, talvolta appare raffigurata di profilo, mentre in altri casi è vista dall’alto.

Altro elemento interessante da analizzare sono i colori. In alcuni tatuaggi, la rondine è colorata con tinte accese e brillanti e non sono rari i casi in cui vengono accostati colori in forte contrasto tra loro (ad esempio, celeste e giallo canarino, verde mela e rosso fuoco…) . In altri tatuaggi, invece, in cui la rondine è ritratta in maniera più realistica, compaiono colori decisamente più tenui, meno appariscenti e, spesso, sfumati.

Decisamente molto diffusi sono i tatuaggi in cui la rondine è soggetto unico, ma non sono da meno quelli in cui a questo colorato uccello (che, in genere, comunque, continua ad essere il protagonista del disegno) vengono accostati altri soggetti.

In alcuni casi vengono scelti soggetti floreali, anch’essi colorati e allegri (ed è una scelta piuttosto comune): si va dalle margherite alle rose, dai fiori di hibiscus alle primule, dai fiori di pesco a quelli di loto…

Altre volte, invece, alla rondine sono accostate brevi scritte (di solito si tratta di un nome proprio o delle iniziali di uno o più nomi).

Benché accada più raramente, si possono trovare soggetti ancora differenti (come stelle, cuori, motivi astratti…).

Quali significati ha la rondine nei tatuaggi?

Qualche cenno storico…

I tatuaggi raffiguranti rondini nacquero in ambito marinaresco, molto probabilmente intorno ai primi del Novecento, anche se alcuni sostengono che la comparsa dei primissimi tatuaggi con questo soggetto siano da far risalire addirittura a fine Settecento, ai tempi di James Cook.

Fatto sta, in ogni caso, che presso i marinai si diffuse l’usanza di far tatuare sul proprio corpo, una volta raggiunte 5000 miglia di navigazione, una rondine. E dopo altre 5000 veniva aggiunto un secondo tatuaggio, uguale al primo.

Insomma, un marinaio che sfoggiasse sulla propria pelle addirittura due rondini tatuate (e che, quindi, aveva percorso ben 10000 miglia!) era considerato un vero lupo di mare, un eroe in grado di sfidare e vincere le insidie delle acque.

Secondo un’altra credenza, poiché la rondine torna ogni anno nello stesso luogo per accoppiarsi e per costruire il nido, averne una disegnata sulla pelle aiutava i marinai a tornare a casa sani e salvi.

Una prima rondine, quindi, veniva tatuata prima di partire, in segno di buon auspicio, ed una seconda al termine del viaggio, una volta tornati al porto.

Nel caso in cui il marinaio fosse perito durante la navigazione, invece, la rondine aveva il compito di condurne l’anima in paradiso.

In ogni caso, solitamente le rondini venivano tatuate sul petto e, precisamente, tra il collo e la clavicola. Più raramente venivano scelti altri punti del corpo, come il collo stesso o il dorso delle mani.

Successivamente, la rondine divenne un tatuaggio comune anche presso i carcerati. Molti di loro si facevano tatuare una rondine sul polso o sul dorso della mano e questa stava a simboleggiare la sofferenza per la mancanza di libertà (le mani erano l’unica parte del corpo che poteva sporgere al di là delle sbarre della cella).

I significati della rondine oggi

Il significato più comunemente attribuito alla rondine è quello di libertà. Non a caso questo soggetto è spesso scelto da coloro che vogliono comunicare il proprio amore per i viaggi e, a volte, anche per la natura e la scoperta del mondo.

Secondo un’altra interpretazione, la rondine, che annuncia l’arrivo della primavera e, quindi, della bella stagione, è messaggera del bene ed emblema di speranza e felicità.

Questo uccello, che, come detto prima, torna nel medesimo luogo ogni anno per accoppiarsi e fare il nido, è concepita anche come simbolo di amicizia, amore e, più nello specifico, di un forte attaccamento alla propria famiglia e alla propria terra.

Poiché la rondine è un animale monogamo (nel senso che fa coppia con lo stesso compagno per tutta la vita), a volerne tatuare una sul proprio corpo sono spesso persone che desiderano comunicare un grande amore verso una persona e, quindi, fedeltà ed estrema sincerità nei suoi confronti.

Soprattutto in Inghilterra, poi, accade spesso che i galeotti che hanno scontato una pena e sono usciti dal carcere decidano di farsi tatuare una rondine, a significare la ritrovata libertà.

Presso i Bambara (principale etnia dello Stato africano del Mali), invece, la rondine è concepita come simbolo di purezza, poiché non poggia mai a terra, che questa popolazione considera impura.

Tatuaggi pappagallo

Come viene rappresentato il pappagallo?

E’ quasi inevitabile che, chi decide di far tatuare sul proprio corpo un pappagallo, opti per un tatuaggio a colori. D’altra parte cos’è che caratterizza questo animale più del suo colorato piumaggio?

In alcuni casi il pappagallo è raffigurato con estrema verosimiglianza e l’utilizzo dei vari inchiostri, con cui vengono realizzate ombreggiature e sfumature, appare davvero magistrale, tanto da far sembrare il tatuaggio quasi una fotografia.

Altri, invece, preferiscono che nel proprio tatuaggio il numero di dettagli sia minore e che i colori vengano applicati in maniera più uniforme, senza alcuna sfumatura né ombreggiatura. Il risultato è un pappagallo sicuramente meno verosimile, ma non necessariamente meno d’effetto.

Non di rado, all’interno del tatuaggio che ritrae questo uccello compaiono altri soggetti o piccoli elementi che completano il disegno: talvolta, ad esempio, il pappagallo viene raffigurato posato sul ramo di un albero; in altri casi, accanto ad esso vengono disegnati altri animali oppure motivi floreali; altre volte ancora è ritratto con accessori che rendono il tatuaggio simpatico e scherzoso (benda e cappello da pirata, occhiali, bicchiere con cocktail…).

Quanto alle dimensioni dei tatuaggi raffiguranti un pappagallo, sono diffusi tanto i tatuaggi piccoli quanto quelli più estesi.

Quali significati ha il pappagallo nei tatuaggi?

Per via del carattere che contraddistingue questo animale, i tatuaggi che ritraggono un pappagallo simboleggiano la socievolezza. Infatti, a scegliere questo soggetto sono spesso persone estremamente estroverse e che amano stare insieme agli altri.

Considerando la ricchezza di colori che caratterizza il suo piumaggio, il pappagallo è anche concepito come simbolo di creatività. Non a caso, in genere è un soggetto amato dalle persone estrose e che si ritengono, a torto o a ragione, artisti.

Secondo un altra interpretazione ancora, molti tra coloro che scelgono di farsi tatuare un pappagallo sono persone che, come questo animale, parlano tanto e non sempre pensando a ciò che dicono.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons