Si possono tatuare i capezzoli? La guida completa

capezzoloIl tatuaggio, da arte principalmente estetica e ribelle, si è istituzionalizzato negli ultimi anni ed è diventato a tutti gli effetti uno strumento di “bellezza medica”. Tutti conosciamo ad esempio la possibilità di tatuare in modo permanente o semi-permanente le sopracciglia, anche se questo non vuol dire necessariamente che la casistica si limiti a questo.

Oggi parliamo infatti di tatuaggio al capezzolo, una pratica sempre più in voga, soprattutto tra le donne, che serve principalmente ad abbellire quella che è una delle parti più sexy e femminili del corpo.

Vediamo insieme di cosa si tratta, se c’è bisogno di sapere qualcosa prima di avventurarsi e se ci sono delle possibili controindicazioni.

Per cosa si ricorre al tatuaggio del capezzolo?

Principalmente si ricorre al tatuaggio del capezzolo per migliorare l’estetica. Può essere infatti usato per:

  • Rendere i due capezzoli simmetrici;
  • Scurirne il colore, al fine di dargli un volume più adeguato;
  • Ingrandire le areole;
  • Correggere delle piccole imperfezioni nella forma.

Si tratta di un nucleo di applicazioni che arriva direttamente dalla medicina estetica e soprattutto dalla possibilità di ridisegnare capezzoli che sono stati asportati in seguito a mastoplastiche per curare un cancro alla mammella. Oggi si tratta però di una pratica che è uscita dall’alveo medico e si è posizionata a pieno diritto nel nucleo delle pratiche di carattere estetico. 

Una parte molto difficile da tatuare

Il capezzolo è una parte del corpo estremamente difficile da tatuare ed è per questo motivo che sono nati, negli anni, dei tatuatori che sono specializzati esclusivamente in questo tipo di tatuaggio. Sbagliare di pochi millimetri può infatti lasciarci con un’areola troppo grande e farci apparire come se avessimo allattato, in vita nostra, migliaia di bambini, oppure può causare ulteriori asimmetrie poi difficilissime da correggere.

Anche la scelta della miscela di colori è estremamente difficile.

Nessuna controindicazione, fatte salve le allergie

Se ci si reca da un tatuatore professionista specializzato magari proprio in questo tipo di tecniche, non ci sono controindicazioni di sorta: l’unica cosa alla quale dovremo sicuramente prestare attenzione è infatti la potenziale reazione allergica. Nel caso in cui si avesse il dubbio di essere allergiche a qualche tipo di colorante, chiedete un test al vostro tatuatore prima di procedere su una parte tanto delicata del corpo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons