Rimozione tatuaggio: il chirurgo estetico

come rimuovere un tatuaggioCos’è un tatuaggio? Di fronte a una domanda così diretta, fatta a bruciapelo, è facile rispondere che un tatuaggio è un “segno indelebile” che viene realizzato per mezzo di un ago con l’uso di pigmenti colorati.

Ma un tatuaggio è davvero un segno che dura per tutta la vita?

Se chi si è fatto fare un tatuaggio non desidera più averlo impresso sulla propria pelle allora il tatuaggio fa presto a smettere di essere “eterno”.

Farsi un tatuaggio è un passo importante: un tatuaggio è un disegno che diventa parte integrante di noi, che si insinua, con il suo inchiostro, sotto la nostra pelle e che resta lì per sempre. A meno che si decida di rimuoverlo.

Rimozione chirurgica: quando per cancellare un tatuaggio si ricorre a un’operazione

Asportare chirurgicamente un tatuaggio significa sottoporsi a una vera e propria operazione: si inizia infatti con l’anestetizzare la parte da trattare tramite anestesia locale e poi si procede con la rimozione del tatuaggio.

Risultato? Un’eliminazione del tatuaggio radicale ma anche una cicatrice non indifferente. A causa delle cicatrici evidenti che provoca la tecnica chirurgica è stata progressivamente messa da parte: oggi si cerca di privilegiare l’uso di procedimenti meno invasivi e “traumatici”.  

Alla scoperta del laser: come eliminare un tatuaggio con “la luce”

Quando si decide di eliminare un tatuaggio si sceglie di “eliminare un segno”: chi desidera cancellare un tatuaggio vorrebbe quindi non dover poi sopportare la presenza di altri “segni spiacevoli” come delle brutte cicatrici.

I progressi nel campo della rimozione dei tatuaggi hanno puntato proprio su questo: sul mettere a punto tecniche in grado di intervenire procurando a chi vi si sottopone quanto meno dolore possibile e senza lasciare antiestetiche cicatrici.

La tecnica più usata oggi per eliminare un tattoo indesiderato è il laser: il mondo del laser è in realtà un mondo vasto e di laser esistono diverse  “varianti” ma il principio di base è quello di rimuovere il tatuaggio sfruttando l’energia luminosa.

In pratica il raggio laser mira diretto al pigmento colorato e l’inchiostro viene frammentato: sarà poi il nostro organismo che si occuperà di eliminarlo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons