Perché i giovani amano tanto i tattoo

Molti anni anni fa era raro vedere persone tatuate perché era una pratica quasi totalmente riservata ai marinai o ai galeotti, nonostante il tattoo abbia origine antichissime e popolari. Basti pensare ad alcune mummie antichissime ritrovate con la pelle tatuata.

Se per un periodo la pratica è stata riservata solo a persone dal passato un po’ oscuro, nei tempi moderni, al contrario, facciamo fatica ad individuare soggetti che ne sono sprovvisti.

Tanto è grande questo fenomeno da portare perfino la psicologia ad interessarsene e a volerne studiare le caratteristiche.

Tattoo ed aspetti psicologici

Nel corso dei secoli, ciò che ha spinto le persone ad adornarsi la pelle con inchiostro è sempre rimasto lo stesso, adattandosi ovviamente al periodo storico in cui si viveva.

Le motivazioni possono essere sintetizzate in pochi semplici gruppi: estetica, comunicazione, appartenenza e rito di passaggio.

Anche le parti del corpo che accolgono questi simboli hanno degli specifici significati, in passato erano spesso identificativi delle varie tribù di appartenenza (come le mani nel caso delle popolazioni del medio oriente, o il viso per le tribù maori), attualmente si fanno per questioni prettamente legate alla moda del momento.

I giovani e l’amore per i tattoo

La tendenza ovviamente, non è relegata al solo universo dei giovani, anzi vediamo spesso in giro genitori e figli entrambi con tatuaggi in bella vista, ma a differenza delle generazioni passate, l’approccio a questa arte avviene sempre più precocemente.

Sia i semplici fruitori che i professionisti del settore, si documentano tatuati e tatuatori sempre più giovani: ad esempio moltissimi tatuatori di gran talento sono appunto under 30.

Ma perché tanto amore per qualcosa considerato indelebile e doloroso?

Come abbiamo scritto in precedenza, l’esprimersi a tutti i costi in una società che viaggia alla velocità della luce è un bisogno essenziale per i giovani, ai quali ormai non viene più dato un grosso spazio all’interno della stessa.

Le ragioni estetiche inoltre hanno una forte influenza. La generazione odierna dei ragazzi vive in parallelo tra vita reale e realtà virtuale, tanto da avere una una esigenza accresciuta di dover “mostrare” ed “apparire” anche tramite il tattoo.

E infine, come in tutte le epoche, la voglia di trasgredire ed essere anticonformisti. Tutte queste caratteristiche fanno del tatuaggio un mezzo così tanto amato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons