Licenza tatuatore: costi e leggi vigenti

Per intraprendere la carriera di tatuatore professionista bisogna seguire un iter ben preciso, sia per quanto riguarda l’aspetto burocratico sia per l’aspetto pratico dell’attività.

Non tutti conoscono i passaggi da seguire per intraprendere una carriera in questo settore. Ma non vi preoccupate, ci abbiamo pensato noi a chiarire la questione.

Infatti, con il seguente articolo, vi vogliamo segnalare tutti gli step necessari per riuscire ad ottenere la licenza da tatuatore e i costi da prendere in considerazione.

Licenza da tatuatore: quali certificazioni sono necessarie?

Per prima cosa dovete seguire il corso di formazione regionale di 90 ore complessive, che vi introduce nelle materie relative alla norme igienico-sanitarie, la dermatologia e gli aspetti tecnici del mestiere.

Questo corso regionale ha un costo che varia dalle 1600 alle 1800 euro. Il prezzo può variare in base alla regione. Questo corso vi garantirà l’abilitazione per svolgere il mestiere.

Ricordatevi che il corso è regolamentato dal Ministero della Salute con la circolare 05.02.1998 n.2.9/156 del 1998.

Dopo aver conseguito il certificato dalla regione, è opportuno integrare la vostra formazione con ulteriori certificati o attestati di partecipazione a corsi di approfondimento svolti dagli esperti del settore.

Ovviamente solo la teoria non basta, anche l’aspetto pratico non deve essere tralasciato. Per questo è fondamentale farei dei tirocini o degli apprendistati presso studi già avviati.

Professione tatuatore: quali i costi da considerare?

I costi da prendere in considerazione variano in base a come decidete di lavorare, cioè se volete lavorare come dipendete in uno studio, come free lance presso diversi studi oppure aprirvi uno studio proprio.

Se volete lavorare come dipendete non vi sono dei costi extra a cui dovete pensare. Il discorso cambia, se invece pensate di aprirvi un vostro studio oppure lavorare come free lance presso altri studi.

In questo caso, dovete investire dei soldi per tutta la strumentazione necessaria e l’affitto dello studio, ma anche per aprirvi una partita iva, poiché sarete voi a dover versare tutte le imposte necessarie per l’attività.

I costi variano in base a tanti fattori, ma se aspirate ad avere uno studio proprio, è opportuno avere un piccolo capitale iniziale da poter investire per l’attività.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons