I tatuaggi per ricordare una persona morta

tatuaggio loto 300x300I tatuaggi non parlano soltanto di chi siamo, ma anche di chi ci ha permesso di diventare chi siamo. La nostra vita è il frutto delle nostre relazioni con gli altri, ed è normale che qualcuna di queste relazioni ci tocchi più nel profondo.

Molti decidono di ricordare una persona scomparsa con un tatuaggio, per portarsi sempre con se non solo il ricordo, ma anche la forza che quella persona era in grado di offrire.

Oggi parliamo di tatuaggi forse un po’ tristi, ma comunque carichi di significato e di anima. Se stai pensando a ricordare una persona che non c’è più continua a leggere.

I tatuaggi in stile religioso

Se volete ricordare una persona scomparsa utilizzando il corredo semantico delle religioni, le scelte sono diverse. Si passa dai simboli più strettamente religiosi, a quelli mitologici, che raccontano un modo di esprimere il dolore antico e intenso al tempo stesso.

Angeli

Potete scegliere un angelo, che oltre che vostro custode sarà il custode della persona che volete ricordare. La scelta è ampia, e c’è da decidere solo quale sia lo stile che fa per voi. Un tatuatore bravo avrà sicuramente a disposizione diversi disegni. Sceglietene uno non troppo triste però. L’angelo sarà lì ad aiutarvi.

Una croce

Potete ricordare, come in un cimitero, il vostro caro scomparso con una croce. Anche qui c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se ne può scegliere una stilizzata, o una gotica, oppure ancora una che abbia abbellimenti e che rechi il nome del nostro caro subito sotto.

tattoo croce

Maria

La Vergine è un simbolo religioso dai significati molto forti. E’ madre di Dio, e custode di tutte le anime che ormai si trovano nell’aldilà. La sua figura materna è ideale per ricordare qualcuno che non c’è più.

Una scritta

Una persona morta può essere ricordata anche con una scritta. Scegliete una frase significativa, che rappresenti la persona in questione. Si possono usare anche lingue diverse dall’italiano, nel caso in cui vogliate mantenere il vostro ricordo un po’ più privato.

Per lo stile, si usa in genere un font che richiami un po’ i temi della morte, come il gotico. Fatelo presente al vostro tatuatore e scegliete insieme la via giusta per il tatuaggio di cui avete bisogno.

La cultura giapponese della morte

La cultura giapponese ha modi peculiari di esprimere il dolore per una persona morta. I tatuaggi tra i quali scegliere sono diversi, e tutti esprimono un lato diverso di questo fenomeno.

Il loto

Il fiore di loto è un fiore che ricorda molto da vicino i temi legati alla morte. E’ un fiore bellissimo con un compito difficile, quello di ricordare la bellezza della vita anche dopo la morte. Si tratta di un tatuaggio molto popolare e molto significativo, che può essere abbellito anche con colorazioni particolari, nel caso in cui non volessimo un tatuaggio commemorativo troppo grigio.

tatoo-loto

Sakura, il ciliegio

I fiori di ciliegio rappresentano la fugacità della bellezza e la morte delle persone giovani. Se la persona che volete ricordare con il vostro tatuaggio se n’è andata troppo presto, nel fiore dei suoi anni, il fiore di ciliegio è sicuramente il tatuaggio più indicato.

sakura tattoo

La fenice

La fenice non è un simbolo tipicamente giapponese, ma è in questo stile di tatuaggi che riesce ad esprimere il meglio. La fenice rinasce dalle sue ceneri, e potrebbe rappresentare la speranza che il nostro caro sia in una nuova vita, migliore di questa che stiamo vivendo. I colori sono accesi, a simboleggiare una vita più forte della morte, che arde anche se qualcuno vorrebbe sopprimerla.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons