Frasi in latino per Tatuaggi: considerazioni e consigli

Tattoo amor vincit omnia“Carpe diem”. Se lo saranno ripetuto in tanti un attimo prima di affidarsi nelle mani del tatuatore di turno pronto a decorare il corpo del proprio cliente: “Cogli l’attimo”.

Qualcuno, poi, ha fatto di più, tatuandosi sul proprio corpo la locuzione che compare nelle odi del poeta latino Orazio, probabilmente la più nota tra le varie in lingua latina.

I tatuaggi e le tendenze periodiche

Imprigionare sulla propria pelle pigmenti di colore che uniti, formano una frase in lingua latina, sembra andare per la maggiore. Soprattutto in alcuni periodi.

C’ è stato il tempo dei tribali-tattoo, il tempo delle fatine e il tempo delle scritte in lingua sulla pelle, e quelle in latino sono certamente state tra le protagoniste dei corpi decorati. Sì, il latino piace.

Perchè le locuzioni latine piacciono tanto

Il latino rafforza un concetto. Lo imprime nella mente. Ha delle locuzioni che in italiano non rendono. E’ lontano dall’inglese, vagamente più snob, e porta radicate nel suo suono e nelle sue lettere in fila le radici, la terra, le origini.

Per questo piace e viene usato per i tatuaggi non solo in Italia.

Memento audere semper tattooLe frasi latine più usate e ab-usate

Ma la moda, si sa, spesso rovina l’originalità, il particolare che fa tendenza.

Per questo molte locuzioni pur importanti e armoniche hanno già stancato.

Come dicevamo, il “Carpe diem” sarà stato tatuato tante di quelle volte che il tatuatore lo potrebbe fare ad occhi chiusi (in ogni caso, ma anche no).

Stessa cosa per: “Amor vincit omnia” (l’Amore vince su tutto) o “Memento Audere Semper” (Ricordati di osare sempre). Quest’ultima, dal forte spirito evocativo, ha goduto di forte diffusione negli anni settanta tra i militanti di estrema destra e ancora oggi ha una sua connotazione vicina a quell’area politica.

Le altre locuzioni  (viste anche sulle star)

Abbastanza diffusa, anche su molte star internazionali, la locuzione “Quod me nutrit me distruit” (ciò che mi nutre mi distrugge). Spicca tra le tante la portatrice sana della frase su ventre piatto Angelina Jolie. A seguire “Si vis pacem para bellum” (Se vuoi la pace prepara la guerra),  “Esse quam videri” (Essere più che sembrare), “Nosce te ipsum” (Conosci te stesso) o le famosissime “Alea iacta est” (Il dado è tratto) e “Cogito ergo sum” (Penso dunque sono).

Alla ricerca della frase perduta

Quel che è certo è che  l’originalità va perdendosi. Per questo una ricerca di frase meno abusata sarebbe cosa buona e giusta.

Del resto, deve esserci una spiegazione se a scuola a nessuno piaceva il latino: L’uomo è artefice del proprio destino: “Homo faber fortunae suae”.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons