Differenze tra tatuaggio permanente e semipermanente

Tatuaggio permanente o semipermanente per motivi estetici? Che dilemma. Voglio dover ritoccare sempre e comunque il mio tatuaggio oppure preferisco non pensarci più?

Credi sia proprio così? Forse bisogna fare un po’ di chiarezza su questo argomento che, per alcuni può essere particolarmente delicato, dato che si parla di estetica e bellezza in senso stretto.

Vediamo ora insieme di cosa si tratta e di capire per bene tutto per quanto riguarda questo argomento.

Risolviamo il dilemma

La differenza tra un trattamento estetico semipermanente e permanente è facilissima, anche se si continua a fare spesso confusione. Iniziamo dal principio: un trucco davvero permanente è quello che si fa tramite i tatuaggi.

Esattamente come un normale tatuaggio, il permanente non va via e ha lo svantaggio di non potersi adattare a quelli che saranno i cambiamenti del corpo nel corso degli anni.

Se opti per delle sopracciglia tatuate in modo permanente, esse non andranno via e negli anni dovrai avere le sopracciglia sempre della stessa forma e sempre dello stesso colore.

Per questo il permanente è spesso sconsigliato, il risultato non va via e il trucco rimane senza adattarsi nel tempo. Diverso è invece il semipermanente.

Il semipermanente non va in profondità come un vero tatuaggio e dopo un po’ sbiadisce. Per questa ragione va spesso ritoccato, ma ha il vantaggio di poter essere adattato ai cambiamenti del tuo corpo.

Il colore potrà cambiare nel tempo e anche la forma, a seconda dei tuoi desideri. La confusione nasce dal fatto che molti parlano di trucco permanente e semipermanente come se fosse la stessa cosa.

Spesso per trucco permanente si intende il trucco semipermanente, ed è qui che nasce la confusione. La differenza però esiste. Parlare di permanente presuppone che si tratti di tatuaggio vero e proprio.

Il semipermanente, invece, è simile ad un tatuaggio, ma la tecnica e i materiali utilizzati sono leggermente diversi, proprio per ottenere un risultato più naturale.

Un tempo si ricorreva al vero e proprio tatuaggio, ma visto che i risultati spesso non erano soddisfacenti, le tecniche si sono evolute nel semipermanente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons