Come riconoscere un bravo tatuatore

Volete un nuovo tatuaggio sulla vostra pelle ma non avete un tatuatore di fiducia? La scelta del tatuatore non è affatto banale come si può immaginare.

È fondamentale valutare diversi elementi per non incappare in spiacevoli e permanenti disastri in futuro. Affidare la propria pelle ad uno sconosciuto potrebbe angosciarvi, ma seguendo alcuni nostri consigli potrete decidere con maggiore serenità.

Quali sono i criteri da seguire?

Il modo più diffuso per scegliere il tatuatore è il passaparola. Vedere direttamente un disegno sulla pelle di una persona che conosciamo è il metro di giudizio più immediato.

Il tatuaggio è una forma d’arte, perciò la prima cosa che colpisce è lo stile del tatuatore. L’alternativa meno istantanea è la ricerca di informazioni sulle riviste di settore o su internet.

Instagram è il social più usato dai tatuatori di tutto il mondo per mostrare il loro portfolio online. Il metodo migliore resta recarsi di persona nel tattoo shop per valutare di persona:

  • le caratteristiche dello studio. Gli shop da evitare sono quelli troppo bui o allestiti nei sottoscala;
  • le condizioni igieniche. Mai fidarsi di uno studio sporco e poco accogliente;
  • il livello di privacy della sala.

Questi fattori sono di primaria importanza dato che fare un tatuaggio equivale quasi a sottoporsi ad un’operazione chirurgica. Un’altra componente da tenere in considerazione è l’accoglienza e l’interesse che vi mostrerà il vostro tatuatore.

Un professionista, oltre a parlare inizialmente del disegno, vi fornirà dei consigli per migliorare l’idea iniziale: se usare il bianco e nero o i colori, le dimensioni del tatuaggio, ecc.

Inoltre, è sempre trasparente sui tempi impiegati e sul prezzo. Infine, non riponete fiducia in chi tatua:

  • minorenni senza previa autorizzazione da parte dei genitori;
  • con estrema facilità zone particolarmente esposte come mani o viso.

Da evitare assolutamente

Una moda recente è farsi tatuare nei centri estetici. Sconsigliamo di non seguire questa tendenza perché di solito chi lavora in questi studi è inesperto nel settore dei tattoo.

Inoltre, potrebbero mancare delle attrezzature necessarie per avere un lavoro pulito. I neo-tatuatori seri e professionisti, prima di operare autonomamente, fanno una lunga gavetta come assistente.

Nel frattempo, apprenderanno stili e tecniche da un tatuatore esperto, che sarà la sua guida da seguire.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons