3 segnali che indicano un’allergia al tatuaggio

Quando parliamo di allergia ai tatuaggi, in realtà dobbiamo parlare di allergia ai colori con cui vengono realizzati. Con il passare degli anni, gli inchiostri utilizzati dai tatuatori sono sicuramente migliorati, tuttavia non si possono ancora escludere reazioni allergiche dovute da essi.

Le reazioni allergiche non sono assolutamente da sottovalutare, infatti, se ignorate possono causare gravi danni per la nostra salute e nei casi peggiori possono portare anche alla morte.

Per questo motivo, oggi vi vogliamo parlare di come prevenirle, ovvero di come capire prima che si manifesti se siamo sensibili ai colori da tattoo.

Reazione allergica al tatuaggio: cause e prevenzione

In realtà la sensibilità potrebbe svilupparsi non a causa degli inchiostri, ma per colpa di un’infezione batterica.

Per escludere questo rischio, affidatevi ad uno studio serio e professionale, dove potete richiedere la provenienza e la composizione chimica degli inchiostri usati.

Così, prima di decidere se farvi o meno un tatuaggio, potrete eseguire un test allergologico presso un dermatologo. In quanto spesso sono proprio i metalli presenti nei vari colori a far scaturire la reazione allergica.

Se i colori usati dal tatuatore sono di qualità e certificati la possibilità di avere una reazione allergica diminuisce sensibilmente.

Come si presenta la reazione allergica?

La reazione allergica potrebbe presentarsi subito dopo aver eseguito il tatuaggio oppure dopo un po’ di tempo, in alcuni casi, è possibile che si manifesti anche dopo anni.

Se notate che sul tatuaggio delle pustole o del gonfiore, oppure se la zona diventa molto rossa e genera una forte sensazione di prurito o dolore intenso, potrebbe essere in corso una reazione allergica.

In altri casi possono presentarsi anche degli eczemi, oppure la pelle potrebbe desquamarsi. Se invece notate la fuoriuscita di pus dalla zona irritata, la reazione allergica potrebbe essere stata causata da una infezione batterica.

Se notate questi sintomi dovete immediatamente rivolgervi al medico, meglio se un dermatologo. Se si presentano difficoltà respiratorie bisogna intervenire con rapidità. chiamare un’ambulanza o recarsi in pronto soccorso.

I medici potranno fornirvi le cure adeguate e decidere se sia opportuno rimuovere il tatuaggio con il laser.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons