Terzo Paradiso: tattoo omaggio a Michelangelo Pistoletto

Se sei un amante dell’arte e dell’inchiostro su pelle, oltre che su tela, e i tatuaggi scontati proprio non ti piacciono, allora non perdere l’occasione di tatuarti qualcosa di originale, creativo e significativo.

Parliamo del tatuaggio raffigurante il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, un grande artista italiano contemporaneo che ha elaborato una visione sua del concetto di paradiso.

Prima di descrivere il tatuaggio, e di parlare del suo significato, ci sembra doveroso dedicare un paio di righe all’artista per presentarlo a chi non dovesse ancora conoscerlo. Continua a leggere!

Michelangelo Pistoletto: l’artista dell’arte povera

Pistoletto è senza dubbio uno degli artisti contemporanei più significativi del panorama italiano. Parte della sua fama deriva dall’aver utilizzato materiali semplici e reperibili per creare delle vere opere d’arte, secondo uno stile innovativo e accattivante.

Un esempio, noto a tutti, è quello della Venere degli stracci, un’opera irriverente prodotta nel 1967. Si tratta di una riproduzione della statua della dea Venere, realizzata in cemento (e non in marmo come gli artisti della tradizione ellenica erano soliti fare) sormontata da una montagna di stracci.

L’opera è custodita nel Museo d’Arte Contemporanea del Catello di Rivori, Torino. Se fate un salto da quelle parti, non perdete l’occasione di vederla dal vivo!

Il Terzo Paradiso

L’artista ha rielaborato il segno matematico dell’infinito, paragonabile a un “8” rovesciato, dando vita al simbolo del Terzo Paradiso. Questo consiste in due cerchi laterali connessi da un cerchio centrale, il tutto attraverso linee continue che si incrociano.

Per farla semplice, è come se al simbolo dell’infinito fosse stato aggiunto un altro cerchio, risultato dall’unione armonica delle linee di due cerchi iniziali. Nasce così un simbolo che, pur nella sua semplicità, racchiude significati profondi.

Il Terzo Paradiso, infatti, è l’unione equilibrata tra un Primo Paradiso, quello originario costituito dalla natura, e un Secondo Paradiso, quello derivato dalle creazioni, artifici e progressi scientifici dell’uomo.

Il risultato finale, o Terzo Paradiso quindi, è una realtà in cui la componente naturale e quella artificiale possono coesistere in modo armonico, o almeno questo è ciò che l’artista vuole promuovere. Tatuarsi il simbolo del Terzo Paradiso è senza dubbio un bel omaggio all’artista e al suo pensiero.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Passionetattoo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons